Envelope Punch Board: mai più senza

L’ho già scritto ma…la Envelope Punch Board crea dipendenza!
La inserisco direttamente nella categoria di materiali “mai più senza”!

Come dice il nome, questo attrezzo magico nasce per creare buste personalizzate, senza la necessità di tagliare o di prendere un sacco di misure diverse.
In realtà in rete si trovano tantissimi tutorial per creare scatole di diverse dimensioni e grandezze, fiocchi, tag e decorazioni.

Ma una cosa per volta, partiamo con l’utilizzo più semplice: come creare una busta con l’Envelope Puch Board.

collage

01
(Queste foto sono prese dal video ufficiale della We R Memory Keepers)

È davvero facilissima da usare: sulla tavoletta è stampata una tabella con 60 dimensioni diverse per i diversi tipi di buste (quadrate, rettangolari, piccole, miniscuole, grandi o grandissime), è sufficiente selezionare il formato della busta che si vuole creare, ritagliare la carta in formato quadrato con misura del lato corrispondente, allineare il foglio alla misura indicata, “punchare” e fare la prima piega incidendo la carta sulla guida, usando il piegacarta in dotazione.

Il foglio va poi ruotato in senso antiorario e le pieghe successive dovranno avere come riferimento la prima piega fatta (e non i centimetri indicati per la prima piega).
Tocco finale, usando il puncher dal lato opposto si possono stondare gli angoli.

Sulla board la tabella è stampata con le dimensioni in pollici ma nella confezione c’è anche l’adesivo da sovrapporre con le conversioni in centrimetri. Il mio consiglio però è di tenerla separata e di non incollarla sulla tabella prestampata perché molti dei progetti e dei tutorial che trovate in rete sono in pollici, quindi meglio avere sempre sott’occhio entrambe le unità di misura.

Sulla tabella ci sono 60 dimensioni diverse ma nel caso non fossero sufficienti (!!!) in rete trovate i file excel che vi permettono di inserire le dimensione della busta che volete creare e automaticamente vengono calcolate la lunghezza del lato del foglio (son sempre fogli quadrati) e a quanto fare la prima piegatura.

Quello che io trovo più immediato è lo strumento creato da Annaelle, che trovate QUI: basta inserire altezza e larghezza ed eventuale profondità della busta per calcolare le misure del foglio da piegare e per avere l’indicazione di quali pieghe effettuare.
Insomma, non c’è limite!

IMG_4915

Ecco quindi i miei primi esperimenti!
La cosa che trovo più bella in assoluto è che si possono creare buste di qualsiasi dimensione, adattando quindi la busta alla card o alla tag e non viceversa (un paio di questi tag li avevate già visti in questo post):

IMG_4907 IMG_4908 IMG_4909IMG_4904IMG_4905IMG_4910

Così anche la busta diventa un pezzo da personalizzare e da abbinare alla card, magari usando la stessa fantasia usata nel biglietto o riprendendo le stesse forme decorative. Questa ad esempio l’ho realizzata per questa card di compleanno che avete già visto, usando la stessa carta della decorazione:

IMG_4913 IMG_4914

Sto sperimentando anche la creazione di piccole scatoline o box: prossimo post in arrivo!

Annunci

Un pensiero su “Envelope Punch Board: mai più senza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...